Avvenire – Domenico Rigotti
by on February 2, 2016 in ITALIANESI PRESS

 

Parlano gli italiani dimenticati d’Albania
Le storie che ci racconta Saverio La Ruina lasciano sempre un segno profondo. Perché storie vere, autentiche, di persone incontrate realmente, ascoltate e poi fatte carne della propria carne. A parlare con una lingua viva e bruciante. Finora erano storie di donne del profondo sud, “dissonorate”, vittime di una società ancora feudale. Ora, questo straordinario affabulatore che fa del teatro una vera mistica, rivolge il suo sguardo sull’altro fronte, quello maschile e torna a ferire la nostra coscienza con un personaggio la cui vicenda potrebbe essere simile a quella di tanti altri suoi fratelli. È il protagonista di questa sua ultima e bellissima prova che, tappa dietro tappa, va girando per la penisola ottenendo largo successo […] Struggente, toccante è il racconto sapientemente costruito e vissuto col sentimento più ardente. Di una scrittura limpida e pulita che si avvicina alla purezza di certi grandi narratori russi, del Garscin ad esempio del bellissimo Il fiore rosso. Ma se la storia è importante e straziante e la drammaturgia meditatissima, a colpire è soprattutto la sensibilità teatrale con cui questo straordinario attore la porge allo spettatore perché essa si radichi nella sua
coscienza. La sua recitazione tutta sussurri dolcissimi, silenzi, sguardi bassi e improvvisi sussulti d’orgoglio. Basata anche su una economia di gesti che però ramificano e si collegano alla perfezione con le parole. Insomma una grazia che nasce dalla profondità del cuore. Davvero Italianesi, una partitura millimetrica, un incantevole e malinconico “lieder” di emozioni e sfumature che non ci lascia indifferenti.

Domenico Rigotti – Avvenire – 02.12.2012

footer
SCENA VERTICALE 2019

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra Cookie Policy e la nostra Privacy Policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l'uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.